home |   18 / 10 / 2017
.: servizi

:: chi siamo
:: assistenza soci
:: convenzioni
:: dove siamo
:: album foto

:: area riservata












 
27/01/2011  124° Anniversario della battaglia di Saati e Dogali

124° Anniversario delle battaglie di Saati e Dogali (1887-2011). In una gelida serata tipicamente invernale, con cumuli di neve ancora presenti nelle adiacenti stradine e vicoli del quartiere circostante la chiesa di S. Chiara, alle ore 18,00, si sono ritrovati numerose associazioni combattentistiche e d'arma, compresa una rappresentanza della locale Sezione "G. Campitelli" dell'Associazione Nazionale Carabinieri con i loro vessilli orgogliosamenti esibiti dagli appartenenti a dette associazioni; rappresentanti delle varie forze dell'ordine e forze armate; autoritą civili e religiose del luogo e di comuni limitrofi e con la partecipazione del Presidente della Provincia di Chieti Enrico Di Giuseppantonio, per deporre una corona d'alloro sotto la lapide dedicata ai caduti di Saati e Dogali.
Detta lapide venne realizzata nel 1887 dal famoso scultore di Orsogna (CH) Modesto PARLATORE.
L'iniziativa č ripresa da alcuni anni, grazie alla determinata volontą degli appartenenti alla locale Sezione Abruzzi dell'A.N.A. Gruppo M. Rosato, che ha trovato la condivisione dell'Amministrazione comunale la quale, si č fatta carico di ripristinare la lapide gią detta, nel medesimo punto ove era stata posta subito dopo il luttuoso evento del 1887. Quest'anno, ha sottolineato il Sindaco di Lanciano Avv Filippo PAOLINI, ha particolare rilevanza ricordare quei cinquecento giovani soldati partiti dalla caserma di Lanciano, in quanto si celebra proprio il 150° Anniversario dell'Unitą d'Italia, dei quali 430 perirono in battaglia. E' rimasta celebre la frase che scrisse il Capitano Gennaro Antonio Tanturri di Scanno, nel suo rapporto diretto ai superiori:"i morti di Dogali erano caduti al loro posto, come fossero allineati".

 
webmaster - Luigi D'Anniballe - Canosa Sannita (Ch) - © 2008